Un giorno in più
Autore:
Pubblicato: febbraio 2020
Numero pagine: 210

Buongiorno, oggi vi parlo di un libro in collaborazione con un caro ragazzo calabrese (come me), che non si è lasciato impaurire dal tumulto covid. Si è armato di pazienza e grinta ed ha comunque deciso di pubblicare il suo primo romanzo con la casa editrice Albatros.

E’ inspiegabile dire cosa si provi quando passi dall’essere insignificante per chiunque, a essere importante anche solo per una persona. E’ una dimensione nuova, ben diversa da quella in cui eri abituato a vivere prima…

AUTORE

Paolo Franco nasce a Locri (RC) il 28/01/1995, vivrà a Gerace (RC) si trasferisce a Roma, dove studierà presso l’Università di Tor Vergata, laureandosi in Infermieristica nel 2019.

Nonostante il suo orientamento scolastico non fosse prettamente umanistico, essendosi diplomato come perito elettrotecnico, sin da bambino ha avuto la propensione per la letteratura e per la poesia, tant’è che le insegnanti di lettere hanno avuto sempre per lui un occhio di riguardo.
L’indi-rizzo di studi esulava dal suo essere, ma la sua passione ed il suo amore per la scrittura, la poesia e la profondità di pensiero, non lo abbandonarono mai, fino al punto che nel maggio del 2019 ha deciso di scrivere il suo primo romanzo, affidandosi alla casa editrice Albatros, molto attiva nell’ambito degli ‘autori in erba’.

Attualmente lavora come infermiere, oltre a proseguire gli studi. Tale professione ha contribuito a formarlo come persona, a fargli vivere delle esperienze importantissime, oltre che delle sensazioni che si porterà per tutta la vita.

TRAMA

A Cleveland, nell’Ohio, si svolge la vita di Mark Gordon, un impacciato sedicenne che affronta insieme ai suoi amici l’adolescenza, l’innamoramento per la bella Jane e la scuola, fatta di bulli e ragazzi snob. A far soffrire Mark è soprattutto la sua complicata situazione familiare e l’abbandono del padre Tom, dopo che la moglie lo ha tradito; ciò che il ragazzo non sa è che sua madre nasconde un segreto…

Siamo in Ohio, a Cleveland. Mark Gordon, per gli amici “M.G.”, per i bulli della scuola “Gordo”, ha quindici anni e vanta forme un poco rotonde che sono il pretesto perfetto, insieme al suo essere un pò goffo…

RECENSIONE

Come si evince dalla trama, il protagonista Mark è un adolescente pieno di energie, ma spesso ostacolato. Egli vorrebbe spaccare il mondo e vivere alla grande con ciò che lo fa stare bene. Lui, che sa cosa vuole dalla vita, ha davanti a sè numerosi ostacoli. Un numero elevato di problemi cercheranno di arrestarlo e di farlo barcollare, ma Mark non si arrende facilmente. Cerca con tutti i mezzi possibili di opporsi agli eventi, ma la situazione si complica pian piano e cosa succederà? Ovviamente non vi anticipo nulla e vi invito a scoprirlo leggendo questo romanzo davvero originale!

I problemi principali per Mark nasceranno soprattutto per amore e per le bugie. Infatti dopo una lettura attenta e accurata del romanzo posso dire che tra queste pagine sono stati inseriti svariati temi e questioni spinose. Si parla di bullismo, di tradimento, di bugie a fin di bene che in fine si trasformano in altro, di amore non corrisposto, di perdite, di malattie e di molto altro ancora.

Scegliere la propria strada, soprattutto in giovane età, è un argomento che viene ampiamente sviluppato, accelerato però dal susseguirsi degli eventi che porteranno il protagonista a fare delle scelte senza la supervisione di un adulto o della propria famiglia che è assente quasi totalmente. Lui si sente solo e le forze su cui contare sono le proprie!

Questo messaggio base della storia è rivolto principalmente ai più giovani, dimostrando che la vita è dura per tutti, a prescindere dall’età e la vita va affrontata circondati dalla famiglia e dagli affetti che saranno lì a sorreggerti nei momenti difficili.

Quanta fretta abbiamo di diventare grandi e poi? Ci ritroviamo a sognare di ritornare bambini. Ogni nostra scelta porta grandi responsabilità e conseguenza più o meno grandi.

Una storia strutturata in maniera molto equilibrata ed il tessuto narrativo è solido e ricco. Questo testo mi ha fatto riflettere molto e mi ha anche intristita un pò, devo ammetterlo!

La scrittura è decisamente immediata e tagliente in alcuni passaggi, mentre in altri e schietta ed adolescenziale.

Reputo questo romanzo decisamente fuori dalle righe ed educativo, anche se un pò pesante a livello emotivo. Il suo finale è un nodo alla gola da mandare giù con riflessione, ma insegna tanto…

Un libro consigliato per la sua scrittura molto fluida, senza troppi fronzoli, quindi un esordio che fa centro per il suo contenuto e per i suoi temi forti.

Bellissima anche la sua copertina dai colori profondi e rilassanti.