The letters
Pubblicato: 4 agosto 2020
Numero pagine: 144

Buongiorno,

oggi voglio stupirvi con un romanzo breve, pungente, intenso e a mio avviso capace di distruggere ogni distanza!

Partiamo come sempre dall’inizio.

TRAMA

“The Letters” è un romanzo breve, quando per breve si intende non una parola di più, non una parola di meno. Ciò che serve. E quello che serve è tutto lì, racchiuso in uno scrigno prezioso, dove le parole creano un dolcissimo ricamo che però si sposa perfettamente col carattere forte e determinato delle protagoniste. Due sorelle, Emily e Cassandra, che in una cornice di fine ottocento, tra Firenze e l’Inghilterra, troveranno nella corrispondenza l’unico modo per comunicare tra loro, prigioniere di una vicenda umana che le vedrà vittime di intrighi e di menzogne. Una dopo l’altra, le pagine si susseguono ponendo al lettore degli interrogativi: chi sarà l’autore della lettera successiva? Una delle sorelle o chi altro? Un’opera prima elegante e appassionante.

Link Amazon: https://amzn.to/3z8OQOQ

RECENSIONE

Chi di voi ha mai scritto una lettera ad un parente o ad un’amica? A me è capitato i primi tempi in cui mi sono ambientata all’estero, però so che ormai è un mezzo di comunicazione che non si utilizza più.

Questa storia è scritta sotto forma di romanzo epistolare, ci troviamo alla fine dell’ottocento e la corrispondenza corre tra Firenze e l’Inghilterra.

Come ben avrete intuito a quei tempi non esistevano i telefonini ed internet, nemmeno il wi-fi, ma solo calamaio e foglio bianco su cui annotare tutti i propri pensieri, che dopo giorni e giorni arrivavano al destinatario.

Da sottolineare è anche l’operato della donna di quel periodo, che veniva spesso sottovalutato, denigrato e condannato. Lo stato sociale era tutto. Le donne non potevano decidere, le donne non potevano badare a se stesse, le donne erano l’ombra degli uomini e le due sorelle di questo romanzo ne hanno pagato le conseguenze.

La trama viene scoperta dal lettore pian piano attraverso queste missive che lasciano scoprire gli eventi, le bufere, gli intrighi e i tormenti che hanno portato le due sorelle a separarsi.

La scrittura adottata dall’autrice è incisiva, dinamica, senza troppi fronzoli e dettagli che rallentano. Il linguaggio utilizzato non si spinge mai troppo oltre i binari: a volte è duro, a volte è schietto, ma non è mai irriverente o irrispettoso.

I personaggi

I personaggi sono persone comuni, sono differenti tra loro grazie alla penna dell’autrice che ha saputo caratterizzare bene sia quelli principali che quelli secondari.

Alcuni sono cattivi, avidi di potere e di denaro, altri sono avidi di sentimenti, di una vita vera e di una casa che trasmette felicità.

Una lettura carica di suspance, tensione e voglia di arrivare ai nodi del pettine. Interessante e misterioso è scoprire il mondo che lega le due donne, le due sorelle che si trovano a dialogare a distanza e a vivere una vicenda comune carica di menzogne ed intrighi. Non mancano quindi le scene che scuotono i personaggi!

L’avidità e la cattiveria si scontreranno di petto con la cosa più potente al mondo: l’amore. Chi la spunterà?

Sicuramente è da attribuire una gran forza a questo romanzo. Un testo che riesce a trasmettere sentimenti contrastanti ed emozioni diverse come la voglia di potere, la rabbia, voglia di riscatto, sensi di colpa, paura, amore e molto altro ancora.

Ho apprezzato molto l’originalità di questo romanzo, il contesto nebuloso, la giusta dose di gioia e dolore, sentendomi così coinvolta nella storia da empatizzare con i personaggi.

CONSIGLI DI LETTURA

Un testo sensibile e ricco di riflessioni lo posso consigliare sia ad un pubblico adulto che necessita di riflettere su alcuni temi importanti, ma anche ad un pubblico giovanile che necessità di capire come cambiano i tempi e di quanta forza ci voglia per affrontare i problemi che la vita ti mette davanti.