Sliding in love
Autore:
Genere:
Pubblicato: 4 Dicembre 2019
Numero pagine: 613

Buongiorno lettori,

oggi finalmente dopo qualche giorno di approfondimenti posso parlarvi in modo più dettagliato della storia vera e propria e di quello che è stato leggere queste pagine. Partiamo subito perchè essendo un primo volume di una trilogia ho molto da dire.

TRAMA

Jonathan non sembra neanche figlio del suo tempo, forgiato dalla dura vita degli allevatori di bestiame del Texas. È un ragazzo con poche pretese e un chiaro futuro davanti ai suoi occhi, che verrà messo sotto sopra dal suo destino.

Greta è stata portata via dal suo ranch da piccola, quando i genitori hanno divorziato. Trasferitasi a Londra con la madre, passa l’estate nella tenuta del padre, in Texas, un posto che ama e odia, ma soprattutto al quale non sente di appartenere.

Tiffany è bella, intelligente e manipolatrice, incapace di qualsiasi sentimento.

Finché tutto cambia.
Una missione dall’esito incerto coinvolgerà i tre protagonisti sotto il limpido e afoso cielo texano: il recupero di un cavallo ombroso, la scoperta della proprie origini, la nascita di un amore impossibile, la possibilità di rimarginare vecchi rancori mai seppelliti nel tempo.
Un viaggio nel proprio cuore alla ricerca di sé stessi, lottando contro un destino tutt’altro che clemente.

RECENSIONE

Come avrete notato dalla trama, l’intera trilogia viene ambientata nel caldo e afoso Texas. Ci troviamo lontani dalla nostra realtà, ma ci avvicina molto a quel mondo fatto di cavalli, duro lavoro, maneggi, musica country, odore di carne alla brace e scuderie che tanto apprezziamo.

 Io, grazie a questa lettura, ho vissuto fianco a fianco con i protagonisti: ero a cavallo con loro, ero in gara con loro, ho sofferto e dubitato con loro. Ho provato il senso di libertà in sella e anche di appagamento per l’affetto riposto in quegli animali.

Ma vogliamo parlare di quanto è bella la copertina? Io probabilmente sono di parte, perchè ho sempre amato gli animali e per giunta ho adorato la scelta dei colori adottati dalla grafica: colori caldi e avvolgenti tanto quanto l’ambientazione e la storia che ci viene raccontata. Inoltre il font usato per il titolo è stupendo!

Il romanzo è scandito da capitoli che hanno dei titoli davvero originali, mi sono piaciuti molto, hanno strappato un sorriso di tanto in tanto! Ad ogni inizio capitolo inoltre viene riportato il nome di qualche personaggio per scandire meglio i punti vista dei tre protagonisti. Questo perchè l’autrice ha ben pensato di deliziarci con più dettagli e sfaccettature che riguardano proprio loro: Greta, Jonathan e Tiffany. Del resto le loro vite si intersecano grazie ad amicizie, amori, gelosie, delusioni e gare ippiche che ci terranno con il fiato sospeso.

Troviamo all’interno del testo quindi qualche piccola ripetizione delle vicende in quanto Emma Scacco ha voluto sottolineare i punti di vista di ogni personaggio, questo può risultare un pò noioso, ma con il proseguimento della lettura si capisce che saranno utili ad aggiungere dei tasselli in più alle vicende per entrare in sintonia con i personaggi.

Personaggi principali

Greta è una ragazza combattuta tra la sua vera natura e l’educazione impartita dalla nonna inglese, e ci spiega come riesce a controllare le sue emozioni più forti rinchiudendole in una scatola immaginaria. In vacanza al ranch si ritroverà di fronte a questioni piuttosto difficili e a queste scatole, ma ritroverà anche amici di vecchia data che le vogliono bene. Ci sarà poi la cavalla Palomina non semplice da gestire che le darà filo da torcere, ma anche la spinta giusta verso il suo destino. Ma lo scopo più interessante sarà quello di avvicinare Greta all’ affascinante cowboy che le farà scalpitare il cuore.

Jonathan è un cowboy cresciuto tra scuderie, arene e fornelli. Un ragazzo un pò rude, introverso, ma innamorato del suo lavoro e della sua terra. Nei dialoghi emergono più volte atteggiamenti da duro, dettati dal codice dei cowboy, che in realtà si sciolgono quando si parla di tramonti mozzafiato dell’estate texana e quando si spadella in cucina per preparare dei deliziosi pancake.

Tiffany, invece, personifica la ragazza perbene, arrivista, testarda, viziata e presuntuosa che usa tecniche mirate e fascino per accalappiare il giovane cowboy dei suoi sogni. Lei sa cosa vuole (forse) e cercherà ad ogni costo di ottenerlo. Ma anche lei arriverà a capire infine qual è il suo vero posto e cosa significa la parola amicizia.

Un percorso fatto di grandi sacrifici è quello dei nostri protagonisti e pochi attimi di spensierato relax.

L’autrice Emma Scacco inoltre ha dato una seconda possibilità alla cavalla palomina, messa da parte in un recinto stabilito e questo aspetto mi ha scaldato il cuore. Ho apprezzato la connessione tra Greta e la cavalla ombrosa e capricciosa che tutti avevano messo da parte per paura. Le ha riservato uno spazio tutto suo nella narrazione e si riesce così ad apprezzare l’amore che c’è dietro un ranch. Attraverso le sue parole ci fa immedesimare nel personaggio di Greta, nelle sue debolezze e indecisioni che l’accompagnano da sempre. Greta cercherà risposte e certezze ad ogni costo e questo suo cambiamento la renderà più forte.

In questo libro si affrontano varie tematiche, dal rapporto con i genitori, all’amore, al lavoro, la famiglia, i sacrifici, i rapporti per niente facili. Una storia intensa che si divora pagina dopo pagina, nonostante la sua grossa mole.

Consiglio

In conclusione ritengo la storia valida e dalle giuste fondamenta. Consiglio questo libro a chi è in cerca di qualcosa di speciale, da leggere sotto l’ombrellone o davanti una bella bibita fresca.
Lettura scorrevole e leggera, consigliata a coloro che amano i romanzi rosa e il mondo dei cavalli.