Scheletri nell'armadio
Autore:
Genere:
Editore:
Pubblicato: novembre 2019
Numero pagine: 550
Roberto Marazzi, quarant’anni, sposato, un posto fisso. E un sogno nel cassetto: sfondare con la scrittura. Inaspettatamente, il nuovo thriller, Scheletri nell’armadio, scala le classifiche. I colossi dell’editoria fanno la fila per mettere le mani sul best-seller dell’anno. Roberto firma il contratto con il più grande editore italiano. Proprio mentre Roberto si sta godendo il successo, un errore commesso viene a tormentarlo. Qualcuno lo ricatta. Certo, se si trovasse all’interno di uno dei suoi romanzi, Roberto…

Mi piacerebbe parlarti di questo romanzo come di una piacevole lettura estiva, che ti trasporta in uno scenario particolare e ricco di indizi da scovare, ma non è proprio in questo modo che voglio raccontartela!

Cosa aspettarsi da questa lettura?

Questo romanzo, la cui copia digitale mi è stata gentilmente offerta dall’autore Nicola Rocca,  oltre a raccontarci le vicende del protagonista Roberto Marazzi ci lascia dentro un sacco di interrogativi a cui non sapremo darci una risposta. Almeno io non ci sono riuscita…

Leggendo mi sono chiesta se, e quanta energia io sia disposta a mettere in gioco pur di salvare un rapporto a cui tengo, ma non sono riuscita a rispondermi.

Sarei capace di andare contro tutti pur di salvare il mio matrimonio? Sopporterei un compagno che non crede nei miei sogni? Sarebbe possibile per me gestire una doppia vita e un doppio amore? Quante bugie sarei disposta a raccontare pur di salvare quello in cui credo? Sarei disposta ad uccidere per amore?

Quindi ti anticipo che questo romanzo oltre a tenerti compagnia è anche un ottimo modo per scavarti dentro!

… vedere le disgrazie della gente là fuori aiutava un pò a non pensare alle proprie lì dentro. Una sorta di mal comune mezzo gaudio.

Segnalazioni

  1.  Il romanzo contiene scene e linguaggio espliciti. La lettura è consigliata a un pubblico adulto e consapevole.
  2.  Il file ebook e quello cartaceo non corrispondono perfettamente: il file ebook è un unico file di 550 pagine mentre il formato cartaceo per problemi di stampa è stato diviso in 2 volumi ( ecco perchè troviamo una copertina bianca e una nera se cerchiamo su google o amazon)

La verità è una puttana che nessuno vuole portarsi a letto.

Nicola Rocca non ha paura di mettere il lettore davanti a quella che è la realtà cruda e violenta, non sente l’esigenza di ammorbidire la vicenda e renderla meno forte, te la spiattella così com’è senza filtri.

Come si può leggere dalla trama il romanzo ti spiega come il protagonista non vuole rinunciare al suo sogno, crede con tutto se stesso alla proprie capacità anche a discapito del suo matrimonio che sembra andare un pochino in malora fin quando tutto il caos non esplode. Tutto sembra essere andato per il verso sbagliato e si ritrova con un pugno di mosche in mano, ma il colpo di scena finale sarà la ciliegina sulla torta che ti farà apprezzare ancor di più questo romanzo.

Roberto fa una pausa, senza mai interrompere il contatto con le spalle della moglie. “un marito dovrebbe avere cura di te” riprende.

“per questo una donna, si fida a voltargli le spalle. E lui che fa? La pugnala. La tradisce. A questo punto, ci si aspetta che lei lo abbandoni…”

I capitoli sono brevi, il linguaggio è semplice mentre le frasi risultano veloci e ad effetto. Questo stile schietto e diretto  ha l’unico scopo di tenerti lì,  con il libro in mano in cerca di risposte, facendoti perdere il senso del tempo, perché qualsiasi altra cosa perde d’importanza in quei momenti di full immersion nella vita dello scrittore.

Nonostante sia un thriller e si ci aspetta un omicidio, un colpevole, una vittima e diverse indagini, questo romanzo ci regala qualcosa in più. Tratta diversi temi e possiamo trovare diverse emozioni e sensazioni all’interno della narrazione. Leggerai di amore, di bugie, di odio, di droga, di gelosia, di amicizia, di invidia e tradimenti, di rispetto, e molto altro ancora.

Non è vero che il treno della svolta passa per tutti e noi non dobbiamo far altro che salirci al volo. Sul percorso di molta gente, quel treno non passa mai. Lui era stato un privilegiato.

Le carte in tavola vengono mischiate in continuazione all’interno di questo thriller ben costruito. Più volte andando avanti con la lettura mi sono domandata: assassino o vittima? colpevole o succube? E comunque ti ritrovi a dubitare di tutti, perché in realtà la risposta è sotto il naso, ma fino alla fine non puoi mai esserne certo!

Non oso immaginare quanto sia stato difficile entrare nei panni di questi personaggi, ma l’autore è stato davvero bravissimo a costruire dei personaggi così vicini alla realtà, tanto da portare il lettore a immedesimarsi in Roberto e in Sonia, ma anche un pò in Ambra e capire in un certo senso i loro punti di vista. Ho dubitato, odiato e sperato insieme a loro e se leggerai questo romanzo lo farai anche tu!

Punti deboli

Ho trovato un paio di punti deboli in questo romanzo ed è per questo che non posso dare il massimo della valutazione ed ora ti svelo quali sono:

  1. Alcune ripetizioni di concetti potevano essere omesse o magari sorvolate per non sottolineare troppe volte al lettore alcuni concetti.
  2. Trovo la sinossi un pò troppo lunga, sembra più una sintesi del romanzo e non dovrebbe svelare troppi dettagli.

Nonostante sia un thriller corposo e lungo l’ho apprezzato molto e lo trovo un romanzo fluido e scorrevole. Inoltre ha una trama fitta e ben costruita attraverso dei personaggi abbastanza delineati e apprezzabili.

A chi lo consiglio?

Consiglio la lettura di questo romanzo a tutti gli amanti del genere thriller. Un libro adatto a chi predilige indagini e colpi di scena da tenerti sul filo del rasoio fino alla fine della lettura.