Rimani un attimo
Genere:
Numero pagine: 477

Buongiorno,

oggi con la prima recensione del mese, e grazie al blogtour in suo onore, vi parlo del primo volume di una saga tutta da scoprire.

Pronti?

TRAMA

Daisy Louise Raynolds seppur giovanissima, ha già trascorso tutta la sua vita lottando contro il suo passato. Una famiglia distrutta, uno stupro, problemi giudiziari, nessuna vita sociale ne storia d’amore che gli abbia mai consentito di ricostruirsi una vita. Non c’è lavoro per lei a Jason City, ma solo brutte voci che la perseguitano. Ad aiutarla arriva un programma di aiuti governativo che casualmente decide di assegnarle un lavoro in un ranch nel Nord Montana. Li incontrerà uno dei cowboy più sexy e sfacciati della zona. Keith è bello forte e muscoloso, e la sua reputazione dice tutto di lui. Si occupa dell’allevamento di bovini con il fratello Mike nel Ranch di famiglia. Uno dei suoi limiti più grossi? Le relazioni con le donne. Certo, lavorando costantemente nel ranch non è mai stato facile per lui crearsi una relazione stabile. E questo lo ha reso un amante rude e selvaggio. Nessuna donna ha mai resistito al suo fascino, ne mai nessuna però è rimasta. Lavorare con Daisy è come avvicinare la benzina al fuoco. Vivendo sotto lo stesso tetto si scontreranno con i propri limiti e paure e faranno i conti con il loro passato. Cominceranno a desiderare entrambi un qualcosa che l’altro forse non potrà mai dare?

RECENSIONE

Rimani un attimo, parte lentamente presentandoci un pò i personaggi e l’atmosfera, ma da subito l’autrice con la sua avvolgente scrittura ti fa entrare nella storia come se ne facessi parte.

Ci troviamo in un ranch in cui vivono solo uomini, quindi Daisy troverà un gran macello da sistemare, ma nonostante questo troverà stupendo quel posto dove vivere e troverà una bella esperienza anche aiutare nei parti degli animali e cavalcare per la prima volta.

Personaggi

Daisy è il fulcro di tutta la narrazione. Una ragazza che pur di scappare da quei ricordi del padre e vivere una vita più o meno normale, accetta tramite un programma di aiuto sociale un lavoro che mai avrebbe pensato di fare. Si ritrova così a fare la governante in un ranch nel nord del Montana e lei ne rimarrà affascinata!

Una ragazza che ci farà commuovere per la sua storia e per il modo di affrontare i suoi demoni che tornano a tormentarla. Una storia che parla di vuoti, di accettazione, ma anche di rivincita e amore. Un personaggio fragile che conquisterà ogni lettore.

Keith è il cowboy sexy, tutto fascino e muscoli che inizialmente avevo sottovalutato! Personaggio molto socievole e scherzoso al contrario del fratello Mike. Tutte cadono ai suoi piedi da sempre, ma il suo cuore ha finalmente deciso…

Mike è il personaggio con cui ho simpatizzato meno, non capivo bene il suo ruolo nella storia. Un uomo sempre tutto d’un pezzo, freddo, diplomatico e calcolatore, quasi senza emozioni! Uniche cose che lo legheranno al fratello sono il destino del ranch e il duro lavoro.

Il personaggio che invece ho odiato dal profondo, è Darrell. Difficile non odiare un uomo che senza alcuna sensibilità, pur sapendo la storia di Daisy, la giudica. Darrell dall’alto del suo piedistallo cercherà di fare ciò che le è stato fatto da ragazzina e per il suo comportamento merita tutto il mio disprezzo! L’autrice sicuramente è riuscita a creare un personaggio spregevole e devo complimentarmi con lei. Se solo lo avessi avuto tra le mani…

Riflessioni

L’autrice ci delizia con un romanzo profondo che parla del grande dolore che porta dentro la nostra protagonista. Parla della paura che prova, degli attacchi di panico, del sentirsi sbagliata e di tutto quello che ha dovuto subire, ma parla anche di speranza grazie a Keith che la sorregge e la sprona dedicandosi a lei come se fosse un cucciolo della sua mandria. Keith diventerà l’ancora di salvezza di Daisy che barcollando nel buio si sentirà spesso fuori posto.

Un libro ben descritto e strutturato. Dietro la stesura di questo libro si vede benissimo che c’è un lavoro molto approfondito. Ogni descrizione ha uno studio dietro e ciò rende il romanzo più completo e vero da leggere.

I dialoghi e le battute sono a volte un pò rude, dirette e spigolose perchè a parlare sono dei cowboy che non guardano la forma, ma la sostanza. La delicatezza la troviamo invece nel trattare temi delicati come la violenza e lo stupro.

L’unico neo che del romanzo che non mi ha permesso di dare il massimo della valutazione è la presenza di alcuni refusi nella copia in mio possesso, ma nonostante questo la storia è valida e solida.

CONSIGLIO DI LETTURA

Un libro che ho apprezzato molto per le riflessioni che mi ha lasciato sull’importanza della famiglia, sui sacrifici e sulle rinunce.

Consiglio tale lettura a chi predilige le storie forti, dove bisogna scavare nei sentimenti. Ottimo libro anche per chi predilige le ambientazioni nei ranch.