Progetto Mnemosyne
Genere:
Pubblicato: 15 febbraio 2020
Numero pagine: 200

Se scoprissero un posto dove vengono raccolti tutti i pensieri e i ricordi umani tu vorresti accedervi? Perdersi in una memoria collettiva e cercare di trovare un senso ai tanti perchè…

Se davvero esistesse un luogo al di fuori del tempo e dello spazio che immagazzina ricordi ed esperienze dell’umanità potrebbe essere utile per la nostra evoluzione?

Questo libro scaturisce un sacco di quesiti e questo perchè l’autore ci guida verso mete che guarderemo da altre angolazioni. Siete pronti?

TRAMA

La mente e i suoi meccanismi hanno sempre affascinato l’uomo. È per questo che uno stimato professore del MIT di Boston inizia, con il proprio staff, a cercare di studiarne gli angoli più reconditi, tentando di navigare attraverso quel dedalo inesplorato.

Per fare questo verrà aiutato da un giovane e promettente studente, inizialmente attirato con l’inganno in un esperimento che ben presto si rivelerà più pericoloso del previsto.

AUTORE

Mirco Goldoni nasce a Bologna nel 1965 trasferendosi successivamente a Castelfranco Emilia (MO) dove attualmente vive.

Ingegnere informatico, inizia a leggere fantascienza da giovanissimo e ne è ancora affascinato.

Alla continua ricerca di nuove idee e punti di vista, osserva da angolature originali la realtà. Sono questi i contesti che riporta nei suoi racconti.

RECENSIONE

Chi di voi non ha ricordi o esperienze da tenere al sicuro e lontani da occhi e orecchie indiscrete? Con questo testo i vostri segreti avranno le ore contate perchè vi imbatterete in un’avventura che porterà alcune menti eccelse a scovare segreti tra i ricordi e le memorie umane.

Il volume “Progetto Mnemosyne” parte introducendo l’argomento ai lettori attraverso un dialogo profondo tra uno dei personaggi principali e tre sofisticati elaboratori.

“Felicità, Ted è svegliarsi ogni mattina con un proposito, un obiettivo da raggiungere. Uscire e vedere il mondo vivo, colorato. Felicità è sentire il vento sul viso”

I capitoli sono molto brevi, sono tanti e piccoli. La scrittura è precisa e meticolosa sottolineando così lo studio dietro ogni dettaglio. Il font utilizzato è bello grande e quindi di facile lettura, ottimo per chi come me non predilige le scritture troppo piccole.

Leggendo i vari capitoli mi sentivo catturata dalla storia, volevo scoprire cosa c’era di più e come gli eventi si sarebbero evoluti e devo ammettere che il finale è un gran bel colpo di scena!

Avrei preferito qualche approfondimento in più, ma il romanzo esordio di Mirco Goldoni è già un gran bel libro così com’è.

PERSONAGGI

Mike Denver professore di astrofisica del MIT è uno dei due personaggi principali. Sappiamo che è un uomo di quarantasei anni, ma non sappiamo se ha una famiglia, una moglie, dei figli da cui tornare a fine serata dopo i suoi esperimenti e le sue scoperte. Sappiamo che è un uomo di bell’aspetto nonostante l’età. Il suo fascino, il suo portamento fanno ancora centro e con la lettura di questo testo scopriremo anche qualche suo segreto decisivo per la storia.

L’altro punto focale del racconto invece si chiama Frank Torricelli, un ragazzo di ventiquattro anni, diverso dagli altri della sua età, un giovane italo-americano sempre insofferente. Questo dovuto probabilmente al suo passato, alla sua infanzia turbolenta. Nonostante questo, si rivela un ragazzo molto in gamba, con un quoziente intellettivo molto alto che lo farà scontrare il più delle volte con il secchione della classe Mattew. Questo verrà fuori grazie ad alcuni test non autorizzati del professore Denver, fatti nella sua classe. Proprio i risultati fuori dalla media di questi test daranno il via a questa nuova avventura per Frank.

Mettew è sempre stato l’antagonista di Frank, con quella sua aria da “so tutto io”. Il classico ragazzino che imparava tutta la lezione a memoria e che da grande avrebbe potuto fare solo l’insegnante, senza pretendere nulla di più. Con il suo fare però ha saputo ben spronare le capacità di Frank e lo ha portato ad impegnarsi quel tantino in più per essere scelto per un progetto top secret.

Jane, compagna fidata di Frank che usa e conosce il deeep web come le sue tasche ed ha conoscenze tali da poter scovare informazioni riservate sul governo, su colonnelli e molto altro. Inoltre ho invidiato il suo portamento, perchè è riuscita a mantenere la calma in ogni momento senza rischiare il panico o correre a chiedere aiuto.

Riflessioni

La semplicità con cui l’autore ci parla di argomenti di un certo spessore mi ha colpita più volte all’interno del romanzo. Io che sono sempre stata curiosa in tutti i campi, ho drizzato le antenne leggendo di: Isaac Newton e la sua legge di gravitazione universale, area 51, nomi in codice, Max Planck, guerra fredda, esperimenti avveniristici …

Il pricipio di indeterminazione di Heisenberg per esempio è un altro argomento citato in questo testo e che avevo sentito solo attraverso Corrado Malanga e tutti questi temi sono condensati in 200 pagine che scorrono fluide e veloci come un fiume in piena.

la luna esiste anche se nessuno la osserva. (Einstein)

Non approfondisce bene questi concetti, è vero, ma dona al lettore buoni spunti di riflessione e magari degli spunti di studio e ricerca.

Traspare positività, anche nei momenti più bui delle vicende, ricordando quanto il genere fantascientifico aiuti a sognare e a proiettarci verso qualcosa di più.

Ringrazio l’autore per essersi affidato a me attraverso l’omaggio della copia cartacea di questo volume. Conoscere nuove realtà editoriali, aiuta sempre e comunque ad ampliare il proprio bagaglio.

Ho apprezzato la cura nel dettaglio che c’è dietro: l’impaginazione, la copertina ben ponderata e lo studio dell’editing.

Consigli

In conclusione è un libro adatto a tutte le età che amano il genere fantascientifico e ricercano una storia originale e diversa dal solito.

Un bel messaggio viene fuori da questo testo, dedicato a tutte le diverse età, che lo leggeranno, ricordando che:

Una volta eliminato l’impossibile, ciò che rimane, per quanto improbabile, dev’essere la verità.