Morgan e l'orologio senza tempo
Genere:
Editore:
Pubblicato: 17 dicembre 2019
Numero pagine: 456

Buongiorno oggi finalmente posso parlarvi di questo romanzo che ci trasporta a bordo di una nave pirata decisamente fuori dal comune. Ringrazio l’autrice di avermi invitata a partecipare al suo blogtour e di avermi omaggiata della copia cartacea del suo romanzo.

Siete pronti a cavalcare le onde insieme a Morgan?

TRAMA

Morgan è un giovane capitano che vive la sua vita all’insegna della pirateria, con la sua fedele ciurma sempre al seguito. Avidità, vanità e presunzione sono tra le sue doti migliori, ne dispensa a profusione mescolandole a una forte ironia e sprezzo del pericolo; nulla di strano, trattandosi di un pirata, peccato che Morgan sia una affascinante piratessa! Un giorno una serie di inspiegabili eventi segnerà il preludio di un’avventura che la porterà a scoprire il suo passato, nonché a segnare il futuro e le sorti della terra in cui vive. Tra inseguimenti, battaglie, inganni e colpi di magia, il capitano e i suoi compagni diventeranno i custodi di un segreto molto antico e di un preziosissimo monile: un misterioso e minuscolo orologio da taschino, le cui lancette stanno ferme sulle dodici esatte… Silvia Roccuzzo esordisce con un fantasy ricco di azione e di sentimento; la straordinaria capacità narrativa, la pienezza delle descrizioni e la sicura padronanza di una vicenda tanto complessa quanto accattivante, fanno di questo romanzo una lettura sorprendente per gli amanti del genere ma anche per chi vi si accosta per la prima volta, in cerca di qualcosa di assolutamente nuovo.

RECENSIONE

La prima cosa di cui voglio parlarvi sono la copertina ed il titolo. Essi oltre ad essere il biglietto da visita del romanzo, sono per me un campanello d’allarme nello stabilire se un romanzo mi catturerà o meno. In questo caso hanno fatto centro, mi hanno incuriosita e devo sottolineare che sono, a mio avviso, molto pertinenti con i contenuti.

Parliamo di un romanzo esordio incentrato su: pirati, avventure, ma anche valori forti come la fiducia, il lavoro di squadra e la vera amicizia. Peccato dia poco spazio all’amore, avrei preferito qualcosina in più, ma va bene anche così!

Quando si parla di pirati di solito si pensa a figure maschili e rozze che non hanno paura di niente e di nessuno, in questa storia invece, la protagonista, è una piratessa. Eh già, parliamo di una donna che si chiama Morgan. Una donna forte, valorosa e tosta, ma in fondo in fonda sappiamo tutti che ha il cuore dolce. Proprio lei con grinta e pugno di ferro guiderà la sua banda di scalmanati pirati a bordo della sua Queen Morgan.

Silvia Roccuzzo è riuscita con le sue parole calcolate a farci entrare all’interno della storia e a farci prendere posto insieme agli altri personaggi. Ci parlerà di John, di Juan, di Perdito e tanti altri… La caratterizzazione dei personaggi è ben riuscita, infatti ogni volta che l’autrice introduce un personaggio nuovo cerca sempre di aggiungere più caratteristiche possibili affinchè il lettore possa immedesimarsi con più facilità.

Manca un pò di “love story”, ma vale sicuramente la pena leggere questo romanzo dalla trama curiosa e complessa.

L’autrice ha deciso di adottare una scrittura semplice e scorrevole, le pagine così possono essere divorate sia da un pubblico adulto che da un pubblico più giovane, anche se avrei preferito dei capitoli un pò più corti.

La storia è ricca di colpi di scena, misteri, magia e persino degli elementi tecnologici che fanno avvicinare la narrazione al genere steampunk.

Consiglio di lettura

Una sensazione di freddo lo pervase mentre attraversava il laboratorio, tra alambicchi sparsi fogli invecchiati e libri polverosi. Le segrete del castello non erano mai state così segrete per lui, tuttavia avanzò camminando sulle pietre del pavimento, ben diverse dai corridoi di marmo dove si trovava poco prima.

Consiglio la lettura di questo volume a chi vuole cimentarsi con un testo di facile lettura, per allietarsi qualche pomeriggio in compagnia di un’allegra ciurma.

Inoltre consiglio il romanzo a chi predilige il genere fantasy e i romanzi ricchi di azione.