Lei
Autore:
Numero pagine: 101

Se una persona accanto a te di punto in bianco si rivela ciò che non è mai stato come cambierebbe la tua vita?

Oggi ti parlo di una mina vagante che si racconta e spiegherà le sue motivazioni e cosa è successo nella sua vita fatta di egoismi, manie di protagonismo e tante bugie.

Un romanzo che graffia, che lacera e che assesta duri colpi allo stomaco: questo libro lascia il segno!

TRAMA

Anno duemilaventi: in Italia c’è il lock-down, l’isolamento forzato ti costringe ad affrontare i tuoi demoni. Sarai in grado di affrontarli?
Un racconto scritto durante la quarantena, la testimonianza di un uomo che proprio come te si è trovato costretto in casa per settimane. Una persona apparentemente semplice ma che cela in sè un passato travagliato e una personalità complessa.
Cristian è questo: un misto di luce e buio, inconsapevole del suo tormento fino al giorno in cui trova un vecchio foglio ingiallito… quel momento la sua vita cambia per sempre: si aprirà un vaso di Pandora, nascerà un vortice di pensieri e sensazioni dal quale Cristian scappava inconsapevolmente…ma dal quale verrà risucchiato.
“Lei” è un viaggio che solca le profondità della mente, un’esplorazione della psiche umana, un vagabondaggio tra i bei ricordi e le questioni irrisolte della vita.
Un messaggio di speranza per chi sta ancora cercando le parole per la storia che ha dentro.

Link acquisto Amazon: https://amzn.to/3kAt5Q5

RECENSIONE

Ci troviamo in un presente martoriato dal Covid e siamo precisamente nell’anno 2020 quando il lock-down ci ha costretti tutti a restare a casa. Molti si sono impegnati a fare quei piccoli lavoretti che venivano rimandati da tempo immemore, mentre altri hanno preso la palla al balzo per fare le pulizie di primavera anticipate e fare spazio in garage e cantine. Ed è proprio lì che sono sepolti i nostri ricordi!

… un giorno dopo un pranzo a base di hot dog e birra, tirai fuori l’ennesimo scatolone e trovai una cosa che avevo sepolto nello spazio e nella mente. Una cosa semplice, fatta di un materiale povero, ma con un potere straordinario. Eppure ero convinto di aver eliminato tutto di Lei, qualsiasi cosa! Invece ecco cosa avevo tra le mani: un foglio, piegato in 8 parti, consumato dal tempo, ingiallito. Appena lo vidi mi irrigidii, spalancai gli occhi e il ritmo del mio cuore diventò insostenibile.

Personaggi

Il personaggio principale di questo breve romanzo si chiama Cristian ed è uno dei personaggi che ho odiato di più nella mia carriera da lettrice. Tutto ha un suo perchè e vi invito a leggere questo romanzo dai toni aspri, ma altrettanto originali!

Cristian è un ragazzo problematico, insicuro e alla continua ricerca di conferme. Distrugge tutto solo per essere il protagonista della scena. Vorrebbe avere sempre il comando ed il controllo su tutto e tutti. Si sente minacciato dall’indipendenza altrui e cerca troppo spesso di anticipare le mosse con qualcosa che spiazza chi ha di fronte. Maltratta, fa soffrire, allontana chi gli sta vicino, anche “Lei”, la persona che più ha amato.

Ho disprezzato tanto questo personaggio che sembra quasi non avere una coscienza, un’anima. Nel finale, quando ci ritroveremo catapultati nel 2043 questo stesso personaggio mi ha spiazzato con il suo fare e l’ho odiato un tantino in meno.

Lei è un personaggio fragile che non si aspettava di conoscere la vera natura di Cristian. Una ragazza che ha lottato e sperato di poter cambiare quel ragazzo che non aveva nulla a cuore oltre se stesso. Non conosciamo il suo vero nome, la chiameremo “Lei” fino alla fine e non sapremo molte altre cose di questa donna. Sapremo solo quello che Cristian vuole farci sapere. Questo perché il punto di vista è quello di Cristian, tutto parte proprio da lui, dai suoi rimorsi e dai sensi di colpa che lo stanno divorando in quel letto in cui si ritrova.

Un testo crudo e crudele che fa piangere, pensare e riflettere.

Marco Torre, autore di questo breve romanzo, come scrive nel retro di copertina, è un professore che ha dedicato parte della sua vita a ragazzi problematici e ha cercato di mostrare loro un percorso alternativo attraverso l’amore per la scrittura e la lettura. Lo ringrazio molto per avermi fornito la copia cartacea del suo romanzo e di avermi mostrato una storia così ricca di emozioni e sentimento.

Riflessioni

Penso che l’autore con questo libro volesse sottolineare come il passato possa tornare a perseguitarci anche dopo anni se la coscienza lo ritiene opportuno. A volte facciamo del male agli altri non rendendocene conto, altre volte lo facciamo intenzionalmente e questo costruirà il nostro essere e la nostra coscienza che un giorno bussando ci porterà il conto.

I temi trattati sono diversi e importanti come ad esempio quello dell’aborto, quello della famiglia, della malattia e molto altro ancora.

Questo testo è un viaggio nella mente umana, è un girovagare tra questioni irrisolte del protagonista, tra le vicende di un passato che non riesce a rimanere tale, che vuole emergere e sistemare alla bene e meglio l’accaduto.

Consiglio di lettura

Questo è un libro consigliato ad un pubblico adulto. È molto breve, quindi verrà apprezzato da chi predilige letture veloci, intense e fugaci. Questo perché si riesce tranquillamente a leggere in un giorno.