Leggendo Murakami in danese
Categorie: ,
Serie:
Pubblicato: 20/11/2020
Numero pagine: 390

Un romanzo che prende vita da un corto dal titolo Senti il battito, come la prima versione del romanzo, che dopo 15 anni è diventata Leggendo Murakami in danese. Una gestazione lunga e intensa. Così come le emozioni che si respirano nelle pagine e nella storia raccontata dall’autrice: il rapporto di simbiosi forzata tra un padre e un figlio dopo la scomparsa di Alice, moglie e madre, alla quale era da sempre spettato il difficile ruolo di mediatrice tra i due.

Collana: Bohèmien
Pagine: 390
Prezzo Cartaceo: € 18,00

TRAMA

Giulio è un quindicenne sensibile e più maturo della sua età, ma da quando ha perso la mamma non fa che attraversare le sue giornate svuotate di senso con un nuovo fardello sulle spalle: prendersi cura di un padre devastato e incapace di reagire. E poi c’è Sara, bellissima e misteriosa compagna di classe che lo tiene sospeso fra improvvise aperture e parole non dette, sprazzi di dolcezza e brusche retromarce. Il viaggio alla ricerca di un nuovo equilibrio gli insegnerà il valore dell’attesa e lo porterà a scoperchiare segreti da troppo tempo nascosti. La sfida sarà affrontare quelle acque agitate e profonde, che possono annientare ma anche guarire.

«Mia madre era una roccia solida in uno specchio d’acqua che spesso si agitava,
minaccioso. Era un punto fermo dal quale la vita familiare di ogni giorno partiva
come un raggio e disegnava un cerchio per poi tornare a lei, che ne era il centro.
Quando se n’era andata, come in una lavatrice impazzita la forza centrifuga ci aveva

spinti lontano, in due diversi buchi neri»

BIOGRAFIA

Vanya De Rosa vive a Bari e insegna inglese in un liceo.

Nel 2002 si è classificata tra i finalisti del “Torneo Letterario Infinitestorie” con il racconto Il Piccolo Carro, pubblicato da Longanesi nell’e-book Voci dalla Rete 2.
In seguito ha avuto esperienze come autrice di sit-com per una TV locale e ha lavorato come responsabile di progetti di film-making autogestito nella scuola, curando con gli studenti regia, sceneggiatura e montaggio. Uno dei
cortometraggi realizzati, Senti il battito (2004), è risultato vincitore del
LevanteFilmFest 2005, nella sezione “Corti scolastici”. Nel 2017 ha vinto la
prima edizione del concorso letterario “Romanzi in cerca d’autore” e ha pubblicato il suo romanzo di esordio, Ti racconterò una storia, con Kobo Editore. Nel 2018 il romanzo Volevo essere il numero uno, vincitore del concorso “Scrivi una storia”, Sezione Ragazzi, è stato pubblicato in e-book da Mondadori. Tutti i lavori citati, tranne la sit-com televisiva, sono stati firmati con il nome di Giovanna De Rosa.

LA CASA EDITRICE.

Les Flâneurs Edizioni nasce nel 2015 grazie a un gruppo di
giovani amanti della Letteratura. Il termine francese “flâneur” fa riferimento a una figura prettamente primo novecentesca d’intellettuale che, armato di bombetta e bastone da passeggio, vaga senza meta per le vie della sua città discutendo di letteratura e filosofia.
Oggi come allora, la casa editrice si pone come obiettivo la diffusione della cultura letteraria in ogni sua forma, dalla narrativa alla poesia fino alla saggistica, con indipendenza di pensiero e occhio attento alla qualità. Les Flâneurs Edizioni intende seguire l’autore in tutti i passaggi della pubblicazione: dall’editing alla promozione. Les Flâneurs Edizioni è contro l’editoria a pagamento.