Le ali della libellula
Categorie: ,
Genere:
Editore:
Pubblicato: aprile 2019
Numero pagine: 138
Marco, uno scrittore livornese, viene informato che una sua amica, Dolores, è morta suicida. Dovrà tornare a Madrid dopo quattro anni, tormentato tra il presente e i ricordi di un passato ingombrante. Ospitato dalle coinquiline dell'amica, scoprirà come le persone che credeva di conoscere sono cambiate. Ma un dubbio lo assilla: Dolores si è suicidata o è stata uccisa? Le certezze di Marco svaniscono e non gli resta che aggrapparsi agli amici. Ma se gli…

“Le ali della libellula” è un romanzo che come tanti altri, mi ha colpito per la sua copertina. Non è bellissima? davvero particolare con questa libellula in primo piano e queste sfumature di colori sul rosso e oro.

Siamo partite con il piede giusto, ma di cosa tratta? Non di libellule e insetti come potrebbe sembrare. Il libro in questione è un thriller che parla di un ragazzo di nome Marco. Egli sarà la voce narrante e ci spiegherà tutto l’andamento delle vicende.

Soltanto alla fine del libro si scoprirà in realtà cosa centra la figura della libellula con tutta la vicenda. Dovrete attendere circa 100 pagine per arrivare a capire la connessione della copertina con l’omicidio.

Vengono piano piano snocciolate diverse vicende intricate e io, vi anticipo che, fino al termine del libro non sono riuscita a scoprire il colpevole dell’uccisione dell’amica di Marco.

Come si legge dalla Sinossi, Marco cerca di scoprire a modo suo chi è stato l’aggressore e l’omicida della sua cara amica Dolores e vola a Madrid dove sarà ospite degli amici di vecchia data.

 

Quando credi di aver chiuso una finestra su un periodo della tua esistenza,
non importa dopo quanti anni,
il fato o chi fa per esso te la riapre nuovamente.

 

La narrazione parte con un ritmo lento e tranquillo, spiega come il ragazzo è arrivato a Madrid e tante altre piccole sfaccettature, come per esempio il rapporto che si era instaurato tra il gruppo di amici.

I diversi personaggi come Lola e Soledad non ispirano molta fiducia, sembrano celare tutti qualcosa. Hanno qualcosa da nascondere, perchè la vita è andata avanti da quando Marco se n’è andato e lui sarà quello che farà sollevare un gran polverone. Vedremo che i ruoli dei personaggi descritti sono abbastanza confusi, e questo rimarrà così fino alla fine del romanzo, quando tutto si schiarisce con il ritrovamento di qualcosa. 

 

Sembra che le donne abbiano un sesto senso molto acuto e su alcune questioni di rado si sbagliano.

 

L’autore è stato bravo a creare diverse scene di suspance tanto da incitare il lettore ad andare avanti più velocemente.

La scrittura è semplice, scorrevole e non contiene periodi noiosi o troppo descrittivi.

Una lettura leggera, ma sfiziosa.

Consiglio questa lettura?

Si, la consiglio a chi ama i thriller e i gialli in genere.