L'aggiustatore di libri
Categorie: ,
Serie:
Pubblicato: 20/12/2020
Numero pagine: 280

Siamo sicuri che a Diego Altisarte vi affezionerete.

Lui di professione fa l’editor, il correttore di bozze e il ghostwriter, per case editrici minuscole, quando non addirittura per scrittori dilettanti che pubblicano dietro pagamento o che si autopubblicano”. Anzi, a star sentir lui è “per lo più l’editor dei poveri, il correttore di bozze dei profanatori della lingua italiana, il ghostwriter dei signor nessuno”.

Prezzo Cartaceo: € 16,00

TRAMA.

Può un sogno cambiarti la vita? A volte pare proprio di sì. Dopo una notte agitata da un terribile incubo, il cinquantenne Diego Altisarte decide di lasciare il tranquillo lavoro di archivista in un ufficio pubblico e di mettere fine al suo fallimentare matrimonio per andare alla ricerca di una felicità alla quale per troppo tempo ha rinunciato. Lettore compulsivo e scrittore di racconti poco memorabili e romanzi incompiuti, converte quello che era solo un hobby in un lavoro e diventa così editor, correttore di bozze e
ghostwriter freelance, anche se lui preferisce definirsi, più semplicemente,
artigiano della parola e aggiustatore di libri. Il suo nuovo mondo è popolato
da clienti bizzarri e umanissimi e da quattro donne: la bellissima ex moglie
Mabel; la romantica Alice; l’affascinante amica Isabel e l’adorata figlia
Martina. E, come stella polare della sua nuova vita, l’assoluta determinazione a inseguire le sue passioni e a non smettere mai di sognare.

«E non m’importa che il mio nome non compaia. Mi basta sapere che dietro
e dentro i milioni di affascinanti segni grafici grigioneri impressi
su quelle pagine sia nascosta, e viva, anche una piccola parte di me»

BIOGRAFIA.

Michele Bombacigno vive a Brindisi. Laureato in giurisprudenza e abilitato alla professione di avvocato, già assistente giudiziario presso il Tribunale di Brindisi, ha esordito con il racconto lungo La pantofola d’oro (Hobos Edizioni, 2004), cui è seguita la raccolta Fortuna che la palla è tonda (Hobos Edizioni, 2006), con la quale ha conseguito il premio “Sport e Cultura” del CONI. È presente in diverse antologie, di
alcune delle quali è stato anche curatore. Suoi racconti e recensioni sono stati pubblicati su quotidiani e riviste. Svolge anche attività di editing e di correzione di bozze.

CASA EDITRICE.

Les Flâneurs Edizioni nasce nel 2015 grazie a un gruppo di giovani amanti della Letteratura. Il termine francese “flâneur” fa riferimento a una figura prettamente primo novecentesca d’intellettuale che, armato di bombetta e bastone da passeggio, vaga senza meta per le vie della sua città discutendo di letteratura e filosofia.
Oggi come allora, la casa editrice si pone come obiettivo la diffusione della cultura letteraria in ogni sua forma, dalla narrativa alla poesia fino alla saggistica, con indipendenza di pensiero e occhio attento alla qualità. Les Flâneurs Edizioni intende seguire l’autore in tutti i passaggi della pubblicazione: dall’editing alla promozione. Les Flâneurs Edizioni è contro l’editoria a pagamento.