La regina del Nilo. Il trono d'Egitto
Categorie: ,
Pubblicato: luglio 2013
Numero pagine: 287
La giovane Cleopatra è l’erede della dinastia dei Tolomei, discendenti di Alessandro Magno. Sa di poter ambire al regno d’Egitto, ma è molto diversa dagli altri pretendenti al trono, in particolare dallo spietato fratello minore Tolomeo: è ambiziosa, intelligente e ha una mentalità aperta e progredita. Ecco perché, quando sua nonna Neferptah sta per morire, riesce a strapparle senza troppe difficoltà un giuramento solenne: per nessuna ragione al mondo Cleopatra mescolerà il suo sangue a…

Per quanto sia affascinante la trama, vi ho mai detto che non ho un debole per i romanzi storici?

Io non ho letto molti romanzi storici nella mia vita da lettrice, quei pochi che provavo a leggere venivano abbandonati strada facendo.

Devo ammettere però che questo primo libro della saga di Javier Negrete si è lasciato leggere facilmente, con qualche riserva.

Proprio nelle prime pagine ho incontrato le prime difficoltà e proprio quando stavo per gettare la spugna ho deciso di arrivare alle prime 40 pagine e dargli un’opportunità. Ho fatto benissimo, quindi non mollate alle prime pagine. Lo confesso, così spudoratamente, perchè magari tra chi legge questa recensione vi è qualcuno, come me, che non ama gli storici, ma è affascinato dalla figura di Cleopatra ed è indeciso sulla lettura.

 

Cosa dobbiamo sapere dell’autore?

Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.

Cleopatra è una delle figure più affascinanti e misteriose dell’Egitto; la descrizione della sua persona ci è giunta attraverso il tempo, come una sorta di leggenda, ai confini tra realtà e fantasia. Se la sua storia vi ha sempre appassionato, questa trilogia, fa al caso vostro!

La sinossi di questo volume, rispecchia soltanto in parte il contenuto delle pagine, come anche le varie frasi sul retro di copertina si riferiscono probabilmente all’intera trilogia più che a questo singolo volume. Cleopatra non vive alcuna storia d’amore in queste pagine. Tasto dolente. Ecco perchè ho voluto penalizzarlo e non ho dato più di 3 stelle.

 

Incontriamo una Cleopatra che ha solo quindici anni quando la sua adorata nonna a Menfi, prima di essere vittima di un complotto architettato senza scrupoli da Berenice, le strappa una promessa: quella di unirsi solo con l’uomo più potente esistente al mondo e mai con suo fratello.

La giovane Cleopatra giura di rispettare il suo ultimo desiderio, non sapendo del peso che si è caricata sulle spalle.

Mentre in Egitto la lotta per il trono tra i fratelli della dinastia dei Tolomei inizia a farsi sentire, prende piede anche lo scontro per la conquista del Mediterraneo tra Cesare e Pompeo. Cosa ne uscirà fuori?

Sicuramente tra varie fughe e coraggiose traversate di mari in tempesta, entriamo, con questo primo libro, nel mondo di Cleopatra,  in un mondo fatto di intrighi, antichissimo con pugnalate alle spalle e anelli che nascondono veleni potentissimi…

Si può notare, soltanto leggendolo, come il libro si possa suddividere in due parti:

  1. La prima parte incentrata su Cleopatra, che decisa a mantenere la sua promessa, lascia il suo posto e si mette alla ricerca della soluzione migliore.
  2. La seconda parte, invece, è incentrata quasi interamente su Giulio Cesare, che promette di ricoprire un ruolo decisivo nei prossimi libri e preannunciando l’intreccio tra storia romana e storia del Regno d’Egitto.

La scrittura è scorrevole e i personaggi si fanno amare o odiare sin dall’inizio, non ci sono mezze misure. Forse proprio per questo si può etichettare come un testo semplice e adatto a tutti. (se l’ho letto io, potete farlo anche voi!)

A chi consiglio questo libro?

Lo consiglio a chi ama le narrazioni storiche senza troppe pretese, a chi vuole assaporare ambientazioni e personaggi particolari e diversi dai giorni nostri. Indirizzato anche ad un pubblico adolescente e non strettamente adulto. Lo sconsiglio invece a chi cerca una storia d’amore in questo volume, speriamo che sbocci nel secondo volume della trilogia!