La famiglia Sappington
Categorie: ,
Autore:
Pubblicato: 21 aprile 2020
Numero pagine: 111

Trama

I genitori dei quattro scatenati fratelli Sappington si dimenticano spesso di avere dei figli e si irritano molto quando qualcuno glielo ricorda. Si irritano talmente che, ispirati dalla favola di Hansel e Gretel, escogitano un piano per liberarsi di loro, vendendo la casa di famiglia mentre sono in viaggio.
Ma non sanno che proprio il loro viaggio è il piano che hanno architettato i figli per liberarsi dei genitori… Un racconto divertentissimo sulle peripezie di una famiglia stravagante.

Lois Lowry, autrice famosa per i suoi romanzi per ragazzi, tra cui il famosissimo The Giver- il mondo di Jonas, questa volta ci incanta con un’altro lavoro molto interessante e fuori dalle righe.

Una storia divertente e a tratti un pò stramba e surreale, ma in molti punti della narrazione strappa un sorriso e un ricordo, per i più grandi, delle marachelle messe in atto da bimbi. Io ne ho ricordate un bel pò, ma questa è un’altra storia!

I personaggi

I personaggi sono descritti con cura e riusciamo ad entrare nelle loro psicologie con poche parole dell’autrice. Ognuno di loro ha un proprio carattere, un modo di fare e un modo di vedere le cose. Sono tutti personaggi particolari e strambi calati in situazioni e azioni strampalate, ma assolutamente comunicative.

I protagonisti indiscussi di questa storia sono dei ragazzini diabolici, furbi ed un tantino scalmanati che sanno sempre come farla franca in ogni situazione.

…era una famiglia d’altri tempi, con quattro bambini. Il maggiore era un maschio che si chiamava Timoteo; aveva dodici anni. Poi c’era Barnabò e Barnabò, due gemelli di dieci anni.

Timoteo, il primogenito, è a capo degli altri ragazzini. Lui comanda, lui sceglie i bersagli delle marachelle e trasforma tutto in un gioco a suo favore pur di vincere e pur di rimanere il leader indiscusso del gruppo.

Bernabò A e B sono i gemelli. Nemmeno i genitori ricordano i loro nomi e non riescono a distinguerli mai. Sono quasi identici e sono inoltre costretti a fare a turno per indossare un solo maglione!

Jane, la sorellina più piccola, insicura e sottomessa ai fratelli più grandi, dal carattere dolce, amorevole, complice e silenziosa, ma non troppo… (altrimenti non farebbe parte di questa allegra e stramba famiglia!)

“… sei una femmina. Nessuno ti chiederà mai di fare delle cose importanti” le disse Tim. Jane iniziò a piangere un pò, ma molto piano, in modo che nessuno la vedesse.

In casa Sappington i genitori non sopportano i figli ed i figli non sopportano i genitori. I figli regalano ai genitori una crociera a base di peripezie con l’agenzia Viaggi Abominevoli, e i genitori di rimando pensano bene di mettere la casa in vendita in loro assenza. La narrazione è molto frizzante e ha un tocco di creepy molto leggero e adatto anche ai bambini più piccoli.

 I signori Sappington per le loro vacanze ingaggiano una tata che tenga a bada la scatenata prole, ma con i suoi modi di fare riesce da subito a fare breccia nei cuori degli orfanelli e diventa loro complice.

Tra i personaggi troviamo anche il comandante Melanoff, titolare di un’azienda di dolciumi che ha fatto una gran fortuna grazie alla famosissima Girellecca. Il comandante viveva tranquillo nella sua tristezza per aver perso la sua famiglia, fin quando la sua vita non viene capovolta e sconvolta da questi ragazzini!

Lo squallore ha davvero un odore repellente. Lo squallore non ha niente a che fare con i soldi. Lo squallore viene quando le persone sono tristi. E il comandante Melanoff era molto triste.

Recensione

La vicenda che leggerai con questo romanzo è surreale e pazzesca, ma metaforicamente ha molto da dire e lo scoprirai solo leggendolo!

La storia scorre fluidamente, con capitoli brevi ed un utilissimo glossario nelle ultime pagine per i più piccoli. Essendo un romanzo adatto ai più piccolini le vicende non sono ingarbugliate, non abbiamo salti temporali o associazioni di pensiero troppo difficili. La storia è lineare e viene raccontata con semplicità. Inoltre troviamo delle illustrazioni all’interno che sono anch’esse semplici, ma efficaci per stimolare l’immaginazione. I colpi di scena si rincorrono fino all’ultima pagina per tenere alto l’interesse.

Temi trattati

Troviamo in questo piccolo romanzo diverse chiavi di lettura e spunti di riflessione. Si può notare come l’autrice cerca di sottolineare la differenza tra bambini, le femmine sono quelle più deboli e quelle che non sono adatte a ruoli importanti!

Traspare tra le righe inoltre un’altra tematica importante e attuale quale il disfacimento di “famiglia tradizionale” a favore di quello di “famiglia allargata”.

La famiglia Sappington fa ridere, e i più grandi scoprono in diverse pagine allusioni a libri della propria infanzia (da Pollyanna ad Heidi)

Tra pile di lettere, Girellecca e maglioni condivisi, i piccoli lettori si divertiranno un mondo!

 E, giusto per non farsi mancare niente, c’è anche l’happy-end… se non fosse per un tocco finale di umorismo nero, che stempera il tutto