Il confine del perdono
Autore:
Genere:
Pubblicato: 23 settembre 2020
Numero pagine: 385

Buongiorno lettori,

oggi grazie al Review Party in suo onore, parliamo del secondo spin off di Carmen Weiz, che ringrazio per la copia digitale.

Vi parlerò di una storia ricca di riflessioni e a tratti molto toccante. Non vi anticipo niente, partiamo!

TRAMA

Due mondi completamente diversi, due anime, due cuori. Una sola bugia…
A volte facciamo del male proprio a coloro che amiamo di più.

Melanie Roseberg è un’insegnante con una vita tranquilla e un amore incommensurabile per i libri. Amore che ha ereditato da suo nonno, l’unico che sapeva ascoltarla e la faceva sentire protetta in ogni dove. Con la sua morte, Melanie ha ereditato un tesoro di un valore inestimabile, il cuore pulsante della vita del nonno ora è nelle sue mani, ma non è l’unica a volerlo per sé…

Jodi Andrey Gregori è stato cresciuto per governare, allevato per condurre e destinato a seguire le orme di un uomo al quale è legato tramite il sangue, un’anima con la quale non ha niente in comune. Andrey ha ereditato una maledizione, dalla quale farebbe qualsiasi cosa per sottrarsi…

Si dice che l’amore, quello vero, non sbagli mai. Che la potenza e la forza di questo sentimento possa sopravvivere a tutto… perciò nemmeno a un rapporto basato su un gioco di potere, menzogne e seduzione avrebbe potuto soccombere. Non è vero?

Per il secondo spin off della Serie Swiss Stories, Carmen Weiz ritorna con un nuovo contemporary romance e ci invita a scoprire l’essenza e la forza di questo profondo sentimento, tanto devastante quanto indomabile.

Le loro strade si incroceranno.
Delle promesse verranno infrante.
Tutte le regole saranno capovolte.
Può un cuore resistere a tutto ciò?

Libri dell’autrice

Serie Swiss Stories
La ragazza nel bosco
Mistificami
Audace
Il confine dell’amore (Spin off #1)
Il confine del perdono (Spin off #2)

Serie Swiss Legends
Unique
La bellezza del male
La voce dell’innocenza (inverno 2021)

Link Amazon: https://amzn.to/2I4VQHb

RECENSIONE

La storia che ho appena letto e che spero voi leggiate parla di due ragazzi dal passato molto diverso. Tutto è incentrato sull’amore che lega i due personaggi e su una grande bugia, ma si sa… le bugie hanno le gambe corte!

Ed è proprio quando sembra che tutto sia perduto che il destino avvicina di nuovo i due personaggi ed il perdono è d’obbligo, quasi scontato!

La trama di questo volume la trovo molto originale rispetto alle solite e devo ammettere di averlo preferito al volume precedente.

Devo ammettere anche un altra cosa: il mio occhio furbetto e non solo quello, è caduto subito sul personaggio di Andrey, che inizialmente non avevo capito che fosse Jodi, il personaggio che ritroviamo anche nel primo spin off. Ma davvero? Mi sarebbe piaciuto sapere di più su di lui, sul suo lavoro misterioso e dell’attaccamento al nonno. Quando ho terminato il primo volume sono rimasta con l’acquolina in bocca e qualche domanda e l’autrice ha subito provveduto per magia.

I personaggi

La storia principale è quella che farà incontrare ed innamorare Jodi Andry Gregori e Melanie Roseberg. Tutto il resto sarà di contorno e ci farà capire il contesto e quello che spinge i nostri protagonisti ad agire.

Parlando di contesto vi svelo che anche questo romanzo si svolgerà all’estero, ovvero nella bella Zurigo e grazie all’autrice ho scoperto un’usanza che voglio approfondire presto: quella del Böögg!

Lei iniziamo a conoscerla come una ragazza nostalgica a cui mancano molto i nonni, che le hanno lasciato in eredità una libreria. Un sogno, per chi come lei adora i libri e sogna ad occhi aperti. Ci viene presentata così come una ragazza testarda, delusa dall’amore, molto attaccata alla famiglia e un pò introversa rispetto alla sorella che sembra avere molta più esperienza e savoir faire. Con il regalo ricevuto in eredità Melanie cercherà quindi di sganciarsi un tantino dal suo nido. Cercherà inoltre di entrare nel mondo degli affari e di rimboccarsi le maniche come le aveva insegnato suo nonno Vigil.

Lui è il nostro Jodi, il ragazzo mollato dalla bellissima Mia, il ragazzo che si è buttato a capofitto nel lavoro tralasciando l’amore poichè il suo mondo e il suo cuore è duro come la pietra. Nipote del grande Vor, intoccabile e leggenda tra i clan della zona. Costantin avrebbe voluto vedere suo nipote al suo posto, ma Jodi che accettò da piccino questa vita, crescendo, diventando maturo e coraggioso si accorge che forse non è quello il suo posto. Riuscirà a trovare una scappatoia?

I due personaggi sono molto diversi tra loro: hanno vissuto un passato diverso, hanno ricevuto affetto in maniera diversa, ma una cosa li accomuna. Entrambi sono stati mollati dalla persona che amavano.

Era l’unica cosa, nella mia vita, che desideravo proteggere e per cui
valesse la pena di combattere. Tutti i soldi, il potere e le mie ambizioni potevano andare all’inferno,
perché ero ormai sicuro che sarebbe stato il luogo in cui sarei finito anch’io se solo l’avessi persa.

Come si conosceranno i nostri personaggi? Ovviamente il grande Vor vuole la libreria tra i suoi possedimenti, eh già… proprio la libreria di Mel.

Jodi si sentirà in trappola e diviso tra la mente governata dal nonno, colui che materialmente non gli ha mai fatto mancare nulla e il cuore colmo di immagini e sensazioni che richiamano quella ragazza imprevedibile e che ha saputo sciogliere il suo cuore.

Scrittura

La penna di Carmen, anche questa volta, è impeccabile: è forte, immediata, sicura e dettagliata. La storia, seppur tratta un argomento spinoso, è risultata davvero piacevole, difatti ho divorato il libro in pochissimo tempo. Inoltre ho adorato le vari citazioni presenti, sembravano cogliere l’essenza di quel momento.

Il tessuto narrativo è abbastanza solido e ricco che tende a criticare lo stile di vita del nonno di Jodi che di conseguenza vorrebbe trasmettere al suo erede.

In tale romanzo si notano chiaramente le fratture che Jodi avverte dentro, la lontananza dalla famiglia, dalla mamma che ha dovuto allontanare per stare accanto ad un uomo che non sa amare come tutti gli altri, ma solo ordinare.

Consigli di lettura

La storia è piacevole, consiglio la lettura per chi vuole sognare ad occhi aperti e credere che alla fine l’amore e il bene vincano sempre su tutto.

Ottima lettura per chi ama i romanzi ricchi di speranza e con un contesto affascinate, immerso tra i libri e le citazioni.