Autore: Giulia De Martin

Editore: Words Edizioni

Genere: Romance storico/Epoca Regency

Data di uscita: 12/05/2021

Pagine: 340

Prezzo cartaceo: (15,90); Ebook (2,99)

“Quello che c’è stato fra noi è condannato sia dalle leggi degli uomini che dalla legge del Cielo.

Possiamo solo accettarlo, conviverci e trarne il meglio possibile.”

TRAMA


Inghilterra, 1815
Phédre Hale, Marchesa di Northampton, ha solo vent’anni, quando si trova in balia della sorte avversa: Waterloo le ha strappato l’amato marito e la spensierata fanciullezza. La lady Northampton che amava trascorrere le giornate nella lussureggiante serra è ormai solo un ricordo. Phédre, però, sa che non può soccombere agli eventi e che l’unico modo per sopravvivere è assecondare la propria condizione.
Intelligente e caparbia, non si tirerà indietro di fronte a niente per riacquistare sicurezza, anche se ciò significa sposare Edward Hale, l’irlandese dagli occhi di ghiaccio, erede del casato e cugino dell’amato marito disperso. Tuttavia, la vita spesso riserva risvolti inaspettati, fino a sgretolare anche la più solida certezza. 
Le grandi tenute di campagna e i dolci pendii della brughiera fanno da sfondo a una storia d’amore e morte, rinascita e assoluzione, intrisa del profumo delle peonie e cullata dal ronzio delle api.

BIOGRAFIA AUTRICE:


Classe 1991, una laurea in letteratura inglese, una in giornalismo e due anni vissuti in Irlanda, Giulia De Martin oggi ha trovato la sua occupazione nel mondo del digitale, ma non ha abbandonato la sua passione per i classici e la loro bellezza. Vive fra le Dolomiti con un pallanuotista e due gatti, Loki e Thor, alternando web e carta stampata, lavorando come modella e viaggiando per l’Europa. Il romanzo storico è per Giulia il mezzo per trattare temi attuali e riflessioni profonde conferendo al tutto un’anima romantica. I suoi personaggi, donne forti e determinate che combattono per mantenere la loro posizione e felicità, rispecchiano le giovani di oggi, sognatrici e pragmatiche, che bevono la vita in un sorso solo assaporandone ogni goccia. Come la pioggia e la Scozia, il suo romanzo d’esordio, ha vinto i Watty’s per la categoria narrativa storica nel 2019, prima di essere pubblicato da Words Edizioni. Il romanzo è stato per mesi tra i Bestseller Amazon. Anche Le Api di Waterloo ha vinto i Watty’s 2020 per la stessa categoria.

ESTRATTI

«Non ti riconosco, Phèdre. Un tempo saresti riuscita a far spostare le montagne, oggi invece sembri
così fragile, piccola e indifesa» mormorò, accarezzandomi entrambe le guance con tenerezza.
«Lo sono sempre stata, sono solo brava a non darlo a vedere» risposi amaramente, abbandonandomi
con la schiena fra i cuscini.
«Io non credo.» Scosse la testa. «Adesso, parla. Sono certa che qualsiasi cosa sia successa, riusciremo a
porvi rimedio.»
«Potresti rimediare solo se riuscissi a tornare indietro nel tempo, o a far resuscitare i morti.»
Accompagnai le mie parole con una risata totalmente priva di gioia.
Charlotte corrugò la fronte, ma non sembrò dare segni di cedimento.
«Ti basti sapere che Edward Hale è il nuovo Marchese di Northampton.»

«Come puoi parlare così? Hai pensato solo al denaro, hai pensato solo al profitto, all’eredità! Ma a
quello che c’è stato fra noi, quello che proviamo l’uno per l’altra, ci hai pensato?» gli urlai contro con
rabbia, mischiando le parole al vento freddo.
«Sei sposata, Phèdre. Quello che c’è stato fra noi è condannato sia dalle leggi degli uomini che dalla
legge del Cielo. Possiamo solo accettarlo, conviverci e trarne il meglio possibile» rispose, reggendo a
fatica il mio sguardo.
«Come fai a parlare così? Da quando ti arrendi così facilmente? Valgo così poco per te?»