Autore: Tanja Mengoli

Editore: ODE edizioni

Genere: Fantasy

Data di uscita: 15 dicembre 2021

Pagine: 300

Prezzo cartaceo: € 12.99

Pov: 3 persona

Autoconclusivo: sì


Sinossi

Un pericoloso manoscritto è stato rubato dalla sede centrale della Tirannide, un’organizzazione mondiale che vigila sugli essere umani e non. Jacob Cavanon I è un Giustiziere che milita fra le sue fila da più di duecento anni, dà la caccia a tutti coloro che violano le regole. Febe Ferrari è una donna esuberante e solare, ma è anche una strega che ha deciso di allontanarsi dal mondo delle Congreghe. Tuttavia, sa di non poter sfuggire al proprio destino. Jacob e Febe si troveranno ad affrontare nemici potenti, verità a lungo taciute, segreti di famiglia e obblighi dal sapore antico, mentre saranno impegnati ad affrontare le proprie paure, i propri demoni e la passione crescente che li attrae implacabile.

Estratto


Febe si sentì strattonare con forza e smise di colpo di respirare, il panico che l’aveva già invasa
schizzò alle stelle, montando dentro di lei come un mare in tempesta. L’uomo che l’aveva strattonata
le serrò la bocca con una mano e la schiacciò contro il muro con il proprio corpo.
La giovane sgranò gli occhi terrorizzata, le mancò il fiato, cercò di liberare le mani per allontanarlo,
ma la superiorità fisica dell’uomo glielo impedì. Era in trappola. Tentò di divincolarsi per provare a
usare la magia, ma lui le serrò i polsi in una morsa d’acciaio. Febe ne rimase sbalordita e capì, dal
leggero schiocco delle sue labbra, che l’uomo che aveva di fronte sapeva benissimo cosa aspettarsi da lei.
«Ban-Draoidh, non fare sciocchezze e fa’ silenzio» intimò lui mentre lanciava occhiate feroci verso
la strada. Il suo ordine le penetrò nel petto immobilizzandola. Dopo un primo momento di
smarrimento, Febe si agitò in un nuovo nel disperato tentativo di liberarsi, costringendo l’uomo a
calcare la mano e stringere ancora di più la presa. Un lamento strozzato le morì in gola, ma il suo
sguardo implorante non scalfì la dura scorza del Giustiziere.
«Non sono io il cattivo» sibilò lo sconosciuto al suo orecchio.

Biografia


Ho quarantacinque anni, lavoro come impiegata in un’azienda pubblicitaria. Ho un compagno da ventisette anni e tre gatti, amo tutti e quattro alla follia. Adoro viaggiare per vedere posti nuovi e fare nuove esperienze, se non posso farlo fisicamente lo faccio leggendo, attività che mi ha avvicinato alla scrittura. Ho praticato karatè per un ventennio, una disciplina che mi ha aiutata a crescere e che tuttora mi aiuta a mantenermi in equilibrio. Sono appassionata di storia, mitologia e folclore. Materie di cui le mie storie sono intrise. Amo tutti i generi, ma quello nel quale mi trovo più a mio agio è l’Urban Fantasy, perché può succedere di tutto. Storie di ambientazione contemporanea con elementi fantasy.
Ho iniziato a scrivere da ragazzina, racconti, veri e propri romanzi o diari. Ho sempre avuto una fervida immaginazione e mettere nero su bianco le mie storie inventate è stato un passaggio naturale. Continuerò a scrivere, sempre, nella speranza di emozionarmi ed emozionare.