Autore: Alessio Rossi

Editore: Horti di Giano

Genere: Raccolta Poesia

Data di uscita: 10 settembre 2021

Pagine:

Prezzo cartaceo: 13.30 euro

Quando l’improbabile scombussola la nostra vita
Il cigno ha sempre rappresentato un simbolo di purezza, saggezza e solitudine, mostrando
anche la capacità di interpretare i sogni, dando evidenza ad una evoluzione spirituale.

IL LIBRO

Nella raccolta d’esordio di poesie scritte da Alessio Rossi dal titolo “Con le ali di un cigno nero”, questo animale rappresenta il punto d’incontro degli elementi: l’aria in cui vola, la terra su cui si posa, l’acqua in cui nuota, il fuoco sacro, mediante la luce interiore e l’armonia dello spirito umano.

“Negli Inferi
più duri della mente scivola
addosso lava d’emozioni
e prendo appunti,
lacrime di morte,
li scriverò
su fogli di dolore.
Tra le rovine umane del presente
scrivo in balìa dei venti della vita,
uso alle volte stille di speranza in alternanza

a sangue di ferita.
In Paradisi
d’estasi celeste
l’anima mia
si lascia cullare
tra divini canti
e qui trascrivo piano,
uso la piuma d’angelo
che ho in mano.”

Accompagnato dal cigno nero, simbolo metaforico di un evento raro, imprevedibile e inaspettato con un forte impatto sulla vita, Alessio Rossi con la sua poetica riesce a cogliere il senso del terreno tra le rovine umane del presente, in una sorta di Purgatorio della quotidianità, a cavallo tra due mondi estremi, guidandoci in un viaggio nell’inconscio che sfocia nell’evidente inevitabile.

BIOGRAFIA


Alessio Rossi è nato a Roma nel 1986. Scrive da diversi anni e, nonostante si sia dedicato per molto tempo alla poesia, si occupa ormai anche di fiabe, racconti e romanzi. Gli argomenti che tratta e ha trattato sono vari, dalla pura introspezione alla satira, dall’amore all’ironia, con particolare attenzione per l’animo umano nelle sue più ampie sfumature. Sognatore di natura, ma al contempo estremamente razionale, nei suoi testi spesso fantasia e speranza vanno a scontrarsi con una visione della vita più rigida e pragmatica. Con il tempo, lo scontro è diventato collaborazione, trovando un equilibrio che gli permette di sfruttare l’amalgama in maniera costruttiva. È diplomato come tecnico dei servizi turistici e attualmente ha intrapreso un corso per ottenere la qualifica professionale di operatore sociosanitario. Appassionato di arti marziali, ha praticato karate tradizionale per circa otto anni e wing chun per due; ama leggere e vedere film, con una particolare predilezione per l’horror e il fantasy.