Private Practices

Medico

0 h 41 min
Metadata
Paese di produzione  Stati Uniti d'America
Durata 0 h 41 min
Data di uscita
Regista

Spesso crediamo che la figura del medico sia solo quella che vediamo quando ci accolgono nei loro studi. Quella figura impeccabile che spesso ha stampato in faccia un mezzo sorriso capace di incutere sicurezza e tranquillità, senza far trasparire nient’altro di sè.

private pactice1

In questa serie tv  invece vediamo dei retroscena davvero particolari, dove medici aiutano medici e dove la figura del medico diventa umana e a volte anche debole e fragile.

 

Da dove è nata l’idea di Private Practice?

Partiamo dicendo che questa serie è nata come spin-off di Grey’s Anatomy ed è ambientata in una clinica privata nella stupenda Los Angeles. Nata sostanzialmente per seguire le vicende della dottoressa Addison Montgomery.

L’ideatrice delle serie tv in questione ha notato una falla nella serie “Grey’s Anatomy” dove Addison era un personaggio di contorno che pian piano ha preteso di essere di più.

 

La rossa e affascinante chirurgo prenatale, ha quasi letteralmente rubato la scena alla specializzanda Meredith Grey eclissandola. Facendosi spazio tra le scene, questo personaggio così carismatico ha catturato parte del pubblico.

Era sempre più chiaro come la figura di Addison fosse in perenne risalto. Così per scongiurare il pericolo di oscurare Meredith, personaggio principale del telefilm “Grey’s Anatomy” è stato deciso di togliere dalla scena Addison.

La carriera folgorante di Addison Montgomery però non poteva essere sprecata e annullata così, rischiava di rattristare tutti i suoi fans.

Cosa si è deciso di fare allora per evitare un decadimento di tutto?

La dottoressa fa la sua entrata nella serie tv “Private Practice” dove lei sarà la perla luminosa, quella che smuoverà molti personaggi e cercherà di crearsi una nuova vita, lontana dall’ex marito e lontana da Meredith.

Personaggi

Un’equipe di dottori ci terrà compagnia in queste 6 stagioni, ognuno di loro ha una specializzazione differente che metterà in pratica solo con alcuni pazienti ben selezionati. Parliamo di cure private e all’avanguardia, puntando tutto su un lavoro di gruppo all’interno della struttura.

Addison è l’ultima arrivata, ma si ambienta quasi subito alla nuova vita, ai nuovi ritmi e al nuovo lavoro. Si sente a casa soprattutto perché Sam e Naomi che sono i soci dello studio, sono anche amici di lunga data.

private practice3

Sam e Naomi sono persone molto mature che hanno deciso di non essere più una coppia nella vita, ma restano comunque una coppia nel lavoro e nell’educazione della loro figlia. Con alti e bassi ci porteranno all’interno dei loro problemi e dei loro dubbi. Saranno capaci attraverso dei tentativi di capire quali sono i loro limiti e cosa vogliono davvero. Una coppia che scoppia, ma che sa dare tanto a chi è vicino.

private practice4

 

Uno dei personaggi più destabilizzanti è la psicologa Violet Turner.

Una persona molto fragile e sensibile che si nasconde dietro un muro insieme alle sue incertezze. Un giorno però questo muro si sgretola portando a galla tutti i problemi.

Una donna molto forte che sa aiutare gli altri a superare i problemi più profondi, ma che sotterra i propri. Lo fa per evitare di essere giudicata o per paura di incomprensioni o di essere abbandonata al suo destino.

Violet è un personaggio davvero molto contorto e con una storia forte da affrontare.

 

 

Poi abbiamo il pediatra Cooper Freedman che è così bravo con i bambini, ma non tanto bravo a capire le esigenze femminili e si ritrova a vivere un amore un pò particolare con Charlotte. Un grosso periodo di alti e bassi attendono i due personaggi e la tensione sarà sempre alle stelle, ma è la coppia che mi è piaciuta di più tra tutte. 

private practice6

In questo gruppo di medici affiatati troviamo anche un affascinante naturopata Pete Wilder che è l’unico tra i protagonisti ad abbandonare le scene del telefilm, ma ovviamente non vi svelo come. 

 

Per lui si fa a gara, sia tra i pazienti e sia tra i medici donna. Tutti vogliono una consulenza con il dottore alternativo, che ti infilza con piccoli aghi e ti poggia pietre calde sul corpo a seconda del problema.

Ma davvero tutte hanno un problema?

Per questa sua figura affascinante nascerà qualche gelosia, ma alla fine l’amicizia sarà quella che mette tutto apposto.

 

 

 

A chi lo consiglio?

Lo staff medico di Private Practice trasmette un’incredibile umanità. Lo consiglio quindi a tutti coloro che vogliono vedere una serie tv basata su persone reali, con diversi problemi da risolvere. Tutti loro riescono a collezionare errori e disastri di tale natura che sarebbe impossibile non affezionarsi.

Una bella serie da guardare, con un bel messaggio di fondo che trasmette positività. Traspare la certezza che, nonostante le cose partano con il piede sbagliato, tutto si può risolvere nel migliore dei modi.  La vita tornerà ad essere rosea e più felice di prima.