Beetlejuice - Spiritello porcello

Fantasy, Commedia

19881 h 32 min
Metadata
Titolo Originale Beetlejuice
Lingue English
Paese di produzione  United States of America
Durata 1 h 32 min
Data di uscita 29 Febbraio 1988
Regista Tim Burton

Oggi vi ricordo e vi spolvero la memoria con un film che ha fatto la storia. Ebbene si parliamo di storia perchè il film di cui vi sto per parlare ha superato i 30 anni!!!

Stiamo per arrivare alla serata più paurosa dell’anno, Halloween e come esorcizzare tale giornata se non con un film horror dall’umorismo bizzarro?

Beetlejuice è un film cult che è cresciuto di fama insieme a me, nel senso che io sono cresciuta con lui, cioè dalla mia infanzia l’ho rivisto più volte e ancora non mi stanco di rivederlo!!!

Poster for the movie ""
 

Nel 1988 quando Beetlejuice – Spiritello porcello ha fatto il suo debutto nei cinema USA. Il regista era un semplice esordiente di nome Tim Burton, che ora conosciamo tutti per i suoi capolavori!

Lodato dalla critica e premiato con l’Oscar per il Migliore trucco nel 1989, ha conquistato una generazione di spettatori dopo l’altra ed è diventato un vero e proprio cult.

 

Beetlejuice è una commedia grottesca in cui due giovani coniugi, Adam e Barbara, muoiono per una tragica fatalità, diventano fantasmi e si ritrovano a dover condividere la loro bella casa con, una odiosa coppia di New York con una figlia adolescente, intelligente e sensibile di nome Lydia. Per eliminare gli sgraditi ospiti, i fantasmi evocano Beetlejuice, un “bio esorcista”, specializzato nello scacciare i vivi dalle abitazioni popolate dagli spiriti. Beetlejuice si rivela inaffidabile e ne combina di tutti i colori, ma la pellicola rimane sempre giocosa e si conclude con un lieto fine.

Curiosità:

  • La canzone di Belafonte è stata utilizzata durante il servizio funebre di Glenn Shadix, l’attore che interpreta il designer e occultista dilettante Otho, mancato a 58 anni nel 2010 in seguito a un incidente domestico.
  • Mentre Adam e Barbara sono seduti in sala d’attesa, una voce ripete più volte: “Il volo 409 è in arrivo al gate 3”. L’annuncio fa riferimento a un drammatico fatto di cronaca, ovvero lo schianto dell’aereo United Airlines 409, avvenuto il 6 ottobre 1955

Perchè vederlo?

Perchè è una pellicola troppo particolare da lasciarsela sfuggire, ricca di umorismo bizzarro e macabro. Sembra essere l’essenza stessa di Halloween. Una mascherata infernale ridicola ed esilarante che traspare da ogni inquadratura. Effetti speciali a bizzeffe e tante tante risate!!!