Alla scoperta di ‘Ohana

Azione, Avventura, Commedia, Famiglia

20212 h 03 min
Metadata
Paese di produzione  United States of America
Durata 2 h 03 min
Data di uscita 29 Gennaio 2021
Regista Jude Weng

Buongiorno

oggi vi ripropongo una pellicola che ho recensito sul blog del magazine online Life Factory.

Link per dare una sbirciata al blog del magazine: recensione sul magazine

Alla ricerca di Ohana è un piacevole film d’intrattenimento per ragazzi e per famiglie che, nonostante le sue piccole imperfezioni, trasmette un profondo messaggio ed immerge lo spettatore nella caratteristica cultura Hawaiana. Disponibile su Netflix da Gennaio 2021.

TRAMA

Questa è la storia di una famiglia: una madre con i suoi due figli, l’adolescente Ioane (Alex Aiono) e la sorellina dodicenne Pili (Kea Peahu), che durante le vacanze estive si reca da New York presso la casa del nonno materno alle Hawaii per accudirlo. Qui la piccola Pili in cerca di avventura, trova un misterioso diario, nel quale si narra di una grotta dell’isola in cui è nascosto un immenso tesoro.

La ragazzina, dunque, accompagnata dal fratello e due nuovi amici Casper (Owen Vaccaro) e Hana (Lindsay Watson), deciderà di immergersi in questa nuova caccia al tesoro fatta di enigmi e pericoli, alla scoperta del tesoro della nave Peruvian. Pili spinta dalla voglia di aiutare a ripagare i debiti di famiglia trascinerà tutti in un’avventura indimenticabile.

RECENSIONE

Questo film nasce con il chiaro obiettivo di trasmettere l’importanza dell’Ohana, ovvero: famiglia. Il perno centrale della narrazione sono quindi i legami affettivi che uniscono i protagonisti della storia. Partendo dai due fratelli che, litigano sempre tra loro, alla fine risultano sempre pronti ad aiutarsi. Così succede anche per il rapporto tra la madre dei due bambini (Kelly Hu) e suo padre Kimo (Branscombe Richmond). Lui inizialmente appare orgoglioso, distaccato e amareggiato a causa della decisione della donna di fuggire dalle Hawaii con i figli dopo la morte in guerra del marito, ma pian piano si aprirà. Lei che ha chiuso il suo cuore in una scatola immergendosi nella vita caotica della città pian piano capirà il suo vero posto qual è.

Il film permette inoltre di approfondire alcuni aspetti della cultura Hawaiana come l’importanza di mantenere la conoscenza della lingua, le numerose tradizioni, la natura, il rispetto per gli animali e i meravigliosi paesaggi che caratterizzano l’isola. Incontrerai in questo film delle figure leggendarie: i camminatori, che inizialmente sembrano fare paura, ma andando avanti capirai che sono dei guardiani che apprezzerai per il loro compito.

Inoltre i due ragazzini che si ritrovano catapultati in questo nuovo mondo, non erano abituati a godere delle piccole cose, dei cibi semplici. Loro erano abituati ad una vita fatta di frenesia in cui o ti uniformi alla massa o sei fuori. Si nota da subito l’attaccamento al cellulare dei ragazzini e i modi totalmente diversi di vivere dei residenti Hawaiani rispetto ai cittadini appena arrivati.

Il target è dunque giovanile poiché si tratta di una storia fantastica, senza spargimenti di sangue o scene da chiudere gli occhi. Viene però valorizzato lo spirito d’avventura quasi incosciente dei bambini. Chi di voi si fionderebbe in una caverna buia, con scheletri, lava e ragni violino? Io no di certo!

L’avventura si conclude con una morale o insegnamento: il vero tesoro non è l’oro, ma è la famiglia, riscoprire le proprie origini rispettando ciò che c’è nel mezzo.

Una pellicola fresca e allegra che vi consiglio vivamente di recuperare. Diverse le riflessioni che scaturisce, forte il suo potere d’intrattenimento, ma anche potente sono la creatività e i dialoghi. Battibecchi spesso spassosi tra i personaggi e dialoghi super simpatici sono stati creati per i pirati della Peruvian!

Vi saluto con un’immagine che mette in mostra tutta la pericolosità dei pirati!

A presto con un prossimo film da apprezzare e condividere!